RIVALSA DEL DATORE DI LAVORO

La Legge stabilisce che gli esborsi a titolo di retribuzione effettuati dal datore di lavoro in adempimento di un dovere fissato dalla legge o dal contratto in favore del dipendente per il periodo di inabilità temporanea conseguente ad un infortunio, e quindi senza ricevere il corrispettivo costituito dalle prestazioni lavorative, integrano un danno che si ricollega con nesso di causalità a detto infortunio e, come tale, va risarcito dal responsabile civile o dal su assicuratore.
Anche la Corte di Cassazione, poi, ha stabilito che il responsabile di lesioni personali nei confronti di un lavoratore dipendente, è tenuto a risarcire il datore di lavoro per la mancata utilizzazione delle prestazioni lavorative.
L’azione che viene esercitata nei confronti del responsabile del danno provocato al lavoratore (e/o della sua Assicurazione) è detta “rivalsa del datore di lavoro”.
Aquilia Risarcimenti offre un prezioso servizio alle Aziende in tal senso per il recupero dell’esborso sostenuto in virtù dell’assenza del lavoratore, provocato da colpa di terzi.