MALASANITA’

Negli ultimi anni stiamo assistendo ad un aumento considerevole degli episodi di malasanità dovuti ad errori medici, che vedono le vittime stesse perdere la vita o rimanere gravemente danneggiate.
E’ necessario, qualora si creda di essere stati vittima di un errore medico (malpractice – med mal), reperire tutta la documentazione medica fin da subito (cartelle cliniche, esami strumentali come raggi risonanze magnetiche e lastre, certificati ecc..).
Per veder riconosciuti i propri diritti e ristorato il proprio danno la parte lesa dovrà avvalersi della consulenza professionale di esperti nel settore, come Aquilia Risarcimenti, che si occuperanno di ottenere nei confronti di medici, Asl, cliniche o strutture private il giusto risarcimento.
Essa si attiverà immediatamente per visionare l’intera documentazione unitamente a medici legali, scelti in base alla propria specializzazione in relazione al tipo di danno patito dalla vittima. In tal modo si valuterà se realmente vi è stato un danno, se è possibile dimostrarlo e se esso risulta in nesso di causa con l’azione del medico (errore – negligenza – colpa), oltre a stabilire l’entità delle lesioni patite.
A tal ultimo proposito, dopo la c.d. Legge Balduzzi del 2012, si è assistito ad una parificazione nella sfera liquidativa dei danni provocati nell’ambito della responsabilità sanitaria e di quelli provocati nell’ambito R.c. Auto, con conseguente parificazione in tal senso della parte lesa nell’uno e nell’altro piano.